Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Biscotti semplici da colazione

Immagine
Questi biscotti, si può dire, sono nati per caso; nel senso che la prima volta che ho preparato una certa torta di rabarbaro, riciclando i ritagli della pasta frolla che si utilizza come base ho notato che era era buonissima anche da sola. E questa fu la prima scoperta. Ce n'è stata una seconda, prima di arrivare al risultato finale. Avevo comprato della miscela senza glutine Schär per dolci e biscotti, per potere preparare una sorpresa a una persona che, per l'appunto, col glutine non può avere a che fare: fatta la sorpresa, bisognava però trovare un uso per la miscela che restava. Sperimentando qua e là, ecco l'osservazione chiave: l'aggiunta di un quantitativo di miscela senza glutine a buona parte di biscotti conferisce una friabilità particolare, molto simile a quella dei biscotti commerciali, che non riesco a riprodurre col solo amido; forse proprio perché la farina speciale è fatta di una miscela di amido di riso, di mais e di patate in proporzioni che sanno so…

Æbleskiver I (quelli veri)

Immagine
Veramente gli æbleskiver sarebbero in questo momento fuori stagione, perché in Danimarca sono tipici del periodo natalizio. A me proprio la cosa non interessa, perché questo tipo di preparazioni le collego invece alle giornate festive extra, tipo 1 Maggio, Pasquetta, e stavo per dire 25 aprile ma ops, qui in Germania non è festa... anzi, visto come finì quella fase della storia, ci sarebbe pochino da festeggiare. Facciamo 3 ottobre, che è la festa nazionale.
In questo caso li ho preparati per il giovedì dell'Ascensione che in Italia non è più festivo da un bel po', e qui invece sì. E finalmente sono riuscita a fare una foto seria per potere pubblicare la ricetta, visto che ogni volta ne capitava una, riconducibile di solito a due tipi di disavventure: mano leggera nell'ungere la padella (pasta che si attacca, si bruciacchia, cattivo sangue, palline non perfettamente rotonde a causa dei vari tentativi per salvare la situazione; tipico delle prime volte) oppure: risultato …

Vaniljekranse - Biscotti danesi alla vaniglia

Immagine
Mio cugino, che viveva a Norimberga, portava ogni tanto in Italia i biscotti di pasta frolla nella scatola tonda di latta, quella con su i pulcini, o i mulini a vento; biscotti burrosissimi che con la Germania non c'entravano niente perché erano danesi. Intanto mi pare di averli visti, più di vent'anni dopo, anche in qualche supermercato italiano e non so che rapporto i miei lettori abbiano con essi - in ogni caso: quelli veri sono tutta un'altra cosa! La caratteristica è che utilizzano non solo i semi della vaniglia ma la bacca tutta intera che viene macinata e incorporata all'impasto. Il che a me sembrava una cosa stramba, ma poi è di quelle che uno dice: com'è che non ci ho pensato prima?
La ricetta mi viene da un bel libro che Brontë Aurell, la mente dietro al noto Scandikitchen Café di Londra, dedica al tema Fika and Hygge; parole per l'italiano abbastanza enigmatiche, che nascondono due concetti base della vita a latitudini dove le ore di luce, almeno d&…