Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2017

Torta fine alle mele di Olivier Bayard

Immagine
In Germania ci sono già le mele del nuovo raccolto, almeno di alcune varietà, anche se io non ho voluto comprarle per la stessa ragione per cui non voglio comprare la zucca: mi piace tantissimo, ma mi sembra d'invitare l'autunno ad affrettarsi. E sinceramente non è mia intenzione nemmeno lontanamente, anzi, se l'autunno vuol restarsene via ancora un po', io sarei pure d'accordo. Ma per chi voglia già darsi da fare con le mele, ecco un dolce proprio fantastico, magari di preparazione un pochettino lunga, ma ne vale la pena. La base è pasta sfoglia e come tutte i dolci che la contengono si capisce che potete anche andare a comprarvela, però non è lo stesso, non possiamo prenderci in giro. Per quanto mi riguarda saranno anni che non la compro più (se manca il tempo, allora vado a colpo sicuro scegliendo ricette che non ne prevedono) e se mai l'unica ragione di dubbio è che di norma la pasta sfoglia non si può preparare in piccole quantità, pena enormi difficoltà …

Crema dessert variegata al Baileys ed al caffè

Immagine
Avete presente il solito (cretino) servizio del telegiornale, quello con l'immancabile Parere degli Esperti su quanto ingrasserà ciascun italiano in vacanza e il relativo Consiglio degli Esperti su come evitare il problema (di solito si tratta di idee geniali, per esempio non abbuffarsi, mangiare molta frutta, bere molto, fare movimento, insomma roba che se non sei un esperto non ci puoi arrivare). Ecco, nel caso mio purtroppo coglie nel segno perché davanti agli alberi di fichi carichi che mi trovo davanti in vacanza, al diavolo gli esperti e i consigli loro. Quindi, come ogni buon rientro dalle vacanze che si rispetti, anche quello di quest'anno ha determinato l'Era del Budino: e cioè il periodo più o meno lungo in cui c'è da fare i bravi ed evitare i dolci complicati. (dice il grillo parlante: ma evitare i dolci, punto e basta, no, eh? E no. Venite a scontrarvi con l'effetto-choc di lasciare 35 gradi ed un sole spaccapietre ad Atene ritrovandosi con 12 gradi e …

Biscotti pirata con pepite di cioccolato

Immagine
Caro lettore, se mi segui lo sai: a me interessa soprattutto preparare dei dolci buoni e scambiare informazioni con altri, molto meno arrangiare il casting per le foto... son così anche nella vita: prima la sostanza e poi l'apparenza. Quindi non me ne vorrà nessuno se mi ritrovo qui a presentare biscotti ritagliati con procedimento modestissimo e rapido e quindi altrettanto modestamente quadrati (o rettangolari, se proprio vogliamo essere precisi); e tuttavia assai simili a quelli con la stessa caratteristica che si trovano in commercio, per friabilità e anche per sapore. Il segreto è la sostituzione di una parte della farina con farina per celiaci. Ne ho già parlato qualche tempo fa: queste miscele di amidi sono estremamente utili in tutte le operazioni di taroccamento biscotti, perché si ottiene una frolla più delicata di quella normale casalinga.

210 g. di farina 00;40 g. di miscela senza glutine per biscotti e torte Schar (non è pubblicità, ma è quella che uso io e quindi vi d…

Torta Mariage che più all'antica non si può

Immagine
Alzi la mano chi non la conosce o non se la ricorda... un classico come dire il Dante Alighieri della pasticceria, almeno in Italia, al di là nel nome che non ho mai capito se fosse torta Mariage, o torta Cortina, o forse esiste una differenza nel senso che per essere davvero Cortina ci vogliono i trucioli di cioccolato bianco che fanno da neve, boh.  La torta tradizionale dei matrimoni (e nel mio caso dei compleanni: il mio, per l'esattezza, qualche tempo fa) non conosce vie di mezzo, e questo spiega perché in passato non riuscivo mai a capire se mi piacesse o no. O è buona ma sul serio, oppure è una porcheria, per esempio con la base compatta, la crema che sa di preparato artificiale (forse perché ce lo mettono, il preparato artificiale) e la panna  troppo leggera tipo schiuma da barba (possibilità in cui in Italia ogni tanto si può incappare, al Nord no perché nessuno la comprerebbe; di quella "finta" inutile parlarne perché usarla è un sacrilegio e tanto più in ques…

La torta di fragole tradizionale

Immagine
E stiamo ancora a parlare di fragole, anche se la stagione è ormai finita, almeno la stagione di quelle "serie" con il sapore come il Ciel comanda. Di torte di fragole ne esiste una quantità, e questa è la più fessa di tutte: quella assolutamente normale a cui qualsiasi tedesco pensa in prima istanza all'udire la parola Erdbeerkuchen. In Italia, forse, siamo più fans della crostata di pasta frolla. È molto frequente che questa torta si prepari con una base di massa montata tipo ciambella, diciamo questa; ma la versione con base semplice di pan di Spagna ha anch'essa un risultato molto fine, malgrado la sua modestia. Io sono rimasta favorevolmente impressionata da un dolce realizzato da un panificio-pasticceria di un paese qui vicino, portato da qualcuno che conosco ad una festa di compleanno: lo preparavano nella teglia tonda d'alluminio usa e getta e lo vendevano così, per cui a giudicare dal lato puramente visivo non ci avrei scommesso nulla, ma poi all'as…

Il Fraisier... finalmente anche da me

Immagine
Veramente ero convinta di averla pubblicata da almeno un anno, la ricetta del Fraisier. E invece no: l'avevo fatto, ma in tedesco. E pure con la sensazione di arrivare tardi perché il re delle torte di fragole, un classico che figura in cima al programma di qualsiasi esame di pasticceria professionale e di conseguenza obbedisce anche a regole molto precise, mi sembrava quasi di incontrarlo dappertutto con l'aria da sfottò, per dire: e tu non ce l'hai, e tu non ce l'hai... No, ce l'avevo, e come; e il perché non l'avevo mai postato era solo pigrizia:  come tutti i dolci nobili ha bisogno di tempo, e quindi la descrizione del procedimento per prepararlo è piuttosto lunga! Delle regole però dobbiamo assolutamente parlarne, prima di addentrarci nella questione. Punto uno: dev'essere rotondo. Il perché non lo so, ma un Fraisier quadrato o rettangolare sarebbe del tutto sacrilego. Secondo: il pan di Spagna, che in effetti pan di Spagna non è ma génoise, perché c…